i gesti che parlano linguaggio del corpo

 

Corso sul linguaggio del corpo.

Tutti noi ci portiamo addosso un bagaglio atavico di linguaggio non verbale, lo stesso che 2,5 milioni di anni fa avevano i nostri antenati come unica maniera di comunicare gli uni con gli altri, per esprimere interesse sessuale, paura, disgusto, gioia, affetto, sensazioni di pericolo, ecc. Non esisteva la parola, ma si comunicava ugualmente.

Saper leggere in tempo reale i segnali non verbali del proprio interlocutore durante il dialogo, è come avere a portata di mano un navigatore GPS che ci permette di scegliere la direzione giusta per la nostra argomentazione verbale (ciò che diciamo) e per calibrare la nostra comunicazione non-verbale a sua misura (come lo diciamo).

 

NON SI TRATTA DEL SOLITO CORSO SUL LINGUAGGIO DEL CORPO:
I PRURITI SARANNO PROTAGONISTI, NON TANTO LE POSTURE O LE MICROESPRESSIONI CHE PROBABILMENTE GIÀ CONOSCI.

 

Una delle prime evidenze della materia è che l’essere umano, attraverso pruriti, auto-contatti, spostamenti del corpo e proiezioni verbali incontrollate, comunica all’ambiente ciò che realmente sta accadendo nel suo inconscio, al di là della menzogna: l’inconscio non mente mai.

 

Immagina di avere già questa conoscenza, di riuscire a capire cosa prova realmente il tuo partner, tuo figlio, il tuo collega o il tuo superiore.

 

Con le parole, spesso, facciamo... giri di parole, mentre l’inconscio è diretto, specifico, puntuale e sincero.

A volte non ci esprimiamo, non diciamo quello che pensiamo, ma il nostro corpo lo fa in continuazione, soprattutto nei momenti di tensione emotiva.

Avere in mano questo strumento e saperlo usare con etica, senza fini manipolatori, migliora qualsiasi relazione.

 

 

18

 

COSA IMPARERAI?

Cos'è l’empatia: le sue radici

I principi cardine dell’Intelligenza Emotiva

Cosa sono le emozioni e quanto influiscono sulle nostre azioni?

Le due istanze dell’essere umano: Ragione e Inconscio

Come comunica l’essere umano?

Cosa ci permette la conoscenza della Comunicazione Non Verbale (CNV)?

Menzogne e Autoinganni: come riconoscerne le tracce?

Come e perché nascono i pruriti durante il dialogo?

Le 3 classificazioni dei segnali non verbali: TENSIONE/RIFIUTO/GRADIMENTO

Le 5 aree emozionali in cui si esprimono i segnali non verbali

I 27 segnali di TENSIONE

I 12 segnali di RIFIUTO

I 15 segnali di GRADIMENTO

I segnali di INCONGRUENZA tra pensiero logico e inconscio

 

IN QUALI AMBITI TRARRAI BENEFICIO?

family

RELAZIONI FAMIGLIARI

C'è un sottile confine tra il contrasto e il conflitto: i contrasti avvengono quando si hanno idee o punti di vista differenti, ma con un dialogo adulto si possono dirimere; viceversa il territorio dei conflitti è quello da cui è difficile tornare indietro. Saper gestire le proprie emozioni ed essere in grado di capire quelle del partner, del figlio, di un fratello o di un genitore, può portare a risultati sicuramente più costruttivi.

 

couple

RELAZIONI PASSIONALI

"Seduzione" è una parola che deriva dall'espressione latina "secum ducere", il cui significato è "portare con sé".
Chi ha una minima esperienza nella seduzione, sa bene quanto sia fondamentale il linguaggio verbale, ovvero "cosa diciamo". Pochi sanno che per la sfera inconscia è ancora più importante "come lo diciamo", e questo dipende dai gesti, dal tono della voce, dalla distanza o dalla vicinanza dei corpi, ecc.

 

customer

RELAZIONI CON I CLIENTI

Chi vende prodotti o servizi sa quanto potrebbe valere essere in grado di leggere in tempo reale se il cliente ha un pensiero positivo o negativo su ciò che gli viene offerto e su come gli viene offerto.
Con la lettura del linguaggio del corpo è possibile capire, tramite i segnali inconsci di gradimento o di rifiuto, qual è l'offerta che il cliente gradisce di più e quale invece deve essere calibrata meglio perché non soddisfa i suoi gusti del suo inconscio.

 

work

COLLOQUI DI SELEZIONE

Colloqui di questo tipo non vengono fatti solo per cercare lavoro, ma possono capitare anche a chi un posto già ce l'ha e deve superare una selezione aziendale interna per fare un passo in più nella carriera.
In questi momenti, di solito carichi di tensione emotiva, i risultati migliori arrivano per coloro che sono in grado non solo di gestire le proprie emozioni, ma anche di individuare i parametri di valutazione del reclutatore, e questo è possibile con la lettura della comunicazione non verbale.

 

self

RELAZIONE CON SE STESSI

Saper leggere e interpretare i messaggi del proprio corpo durante un normale dialogo o quando si sta pensando a qualcosa tra sé e sé, aiuta a capire meglio le pulsioni del nostro inconscio.

A volte, infatti, ciò che pensiamo sia buono per noi, non lo è per il nostro inconscio, e viceversa. Conoscere il suo linguaggio ci permette di allinearci, ove possibile, ed evitare di continuare a fare ciò che non va bene per lui, pagandone un prezzo sotto forma di disagio. Quando c'è allineamento, c'è anche benessere emotivo.


 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SERGIO OMASSI CHI

VAI AL BLOG

logo AR 02

CONTATTAMI SU WHATSAPP omassi

whatsapp

Vai all'inizio della pagina